Test BCE apparecchiature per il ricircolo delle banconote…… cosa è ?? a che serve ??

images 34

Le banche , come altre categorie che operano con il contante, hanno la facoltà di reimmettere in circolazione  banconote.

Ovviamente hanno anche l’obbligo di garantirne l’autenticità e, cosa che pochi sanno, una usura accettabile (idoneità).

Le banconote che vengono  consegnate direttamente al cliente, come accade quando effettuiamo una operazione di prelievo allo sportello, il controllo di autenticità ed idoneità  può essere effettuato da personale addestrato.

Le banconote che devono essere immesse in circolazione tramite ATM/Bancomat devono essere selezionate esclusivamente tramite apparecchiature che hanno superato suddetto test.

Il test ha validità di un anno, può essere effettuato, su richiesta sia del costruttore che dal distributore della apparecchiatura, a qualsiasi Banca Centrale dell’ Eurosistema (BCN), in Italia viene effettuato dalla Banca d’Italia.

Le apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote da sottoporre a test sono suddivise in due tipologie:

1. Dispositivi utilizzabili autonomamente dalla clientela

  • dispositivi di introito ed esito del contante (CRM), ossia che accettano banconote in euro, ne verificano l’autenticità e l’idoneità ed erogano biglietti in euro depositati da altri clienti in precedenti operazioni;
  • dispositivi di cash in combinati (CCM), ossia che accettano banconote in euro e ne verificano l’autenticità, ma erogano biglietti in euro caricati separatamente al loro interno, senza rimettere in circolo quelli depositati da altri clienti in precedenti operazioni;
  • dispositivi di cash in (apparati per il deposito di contante, CIM), ossia che accettano banconote in euro e ne verificano l’autenticità, senza però erogarle alla clientela;
  • dispositivi di cash out (COM), ossia altre apparecchiature che controllano l’autenticità e l’idoneità delle banconote in euro, prima di erogarle alla clientela.

2. Dispositivi riservati al personale

  • apparecchiature per la selezione e la verifica delle banconote (BPM), ossia che controllano l’autenticità e l’idoneità dei biglietti in euro;
  • apparecchiature per il controllo dell’autenticità delle banconote (BAM), ossia che controllano soltanto l’autenticità dei biglietti in euro;
  • dispositivi di introito ed esito del contante ad ausilio dei cassieri (TARM), ossia apparecchiature impiegate dai soggetti che operano con il contante, in grado di custodire le banconote in euro, di consentire l’accredito o l’addebito di importi nei conti bancari dei clienti e di verificare l’autenticità e l’idoneità dei biglietti in euro;
  • dispositivi di ausilio ai cassieri (TAM), ossia apparecchiature impiegate dai soggetti che operano con il contante, in grado di custodire le banconote in euro, di consentire l’accredito o l’addebito di importi nei conti bancari dei clienti e di verificare l’autenticità dei biglietti in euro.

L’ elenco delle apparecchiature che superano il test viene pubblicato sul sito della BCE, consultabile all’indirizzo :

https://www.ecb.europa.eu/euro/cashprof/cashhand/devices/html/results.it.html 

Possiamo effettuare  una ricerca automatica   in base a vari criteri, ad esempio per costruttore.

sito BCE

 

Cliccando sul modello che ci interessa possiamo visualizzare utili  informazioni inerenti all’apparecchiatura ed al test eseguito.

certificazione JL206

 

  1. Numero identificativo della macchina ( indispensabile per l’individuazione univoca della macchina, da utilizzare nelle   comunicazioni a BCE sul ricircolo)
  2. Denominazione della macchina
  3. Categoria della macchina
  4. Versione Software
  5. Recapiti del fornitore ( sapere da dove proviene la macchina è utile per capire anche l’ affidabilità del fornitore)
  6. Tagli di banconote che la macchina può processare / selezionare
  7. Data del test
  8. Programmazione della macchina a poter effettuare la selezione di idoneità delle banconote ( quindi il carico dei bancomat)
  9. Versione del test ( il test è effettuato, da tutte le BCN, sempre con lo stesso “set” di banconote il quale però viene spesso aggiornato per garantire l’individuazione di banconote contraffatte)

Scorrendo l’elenco può capitare inoltre di trovare una apparecchiatura che abbia i risultati di due test.

jl206v

 

Catturajl 206v2

 

Questo avviene in concomitanza del rilascio di una nuova versione software, oppure come in questo caso, nella emissione di un nuovo taglio, per cui l’apparecchiatura non aggiornata rimane in lista fino alla scadenza  del test ( 1 anno).

La BCE si riserva la possibilità di eliminare dalla lista apparecchiature  che, ha seguito di controlli eseguiti a campione presso gli operatori professionali, siano risultate non più idonee alla funzione di accettazione o selezione.

Oltretutto obbliga i possessori a stipulare contratti di assistenza nei quali sia esplicitamente prevista almeno una visita di manutenzione da parte di chi assiste l’apparecchiatura per avere un controllo costante dei parametri operativi di autenticazione e selezione.

Per qualsiasi informazione o chiarimento puoi aver bisogno, contattami  e ti risponderò immediatamente.

Cari Saluti

luigi firma

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *